Ibiza, noche magica! 06/2007

spiagge-ibiza.jpgIbiza, o meglio Eivissa, è conosciuta come isola del divertimento e veramente mantiene ciò che uno si aspetta pensando a questa espressione ormai sulla bocca di tutti! Per la mia vacanza ad Ibiza, dal 27/05/2007 al 03/06/2007, ho scelto una formula villaggio anche se, in realtà, l’isola è già un villaggio turistico di per sé! Mi trovavo a Playa d’en Bossa, la zona più animata e più ricca di locali insieme ad Ibiza porto.

Quello che dovete sapere di Ibiza (lo sapevate già?) è che su questa isola non si dorme mai! Il ritmo è scandito da appuntamenti regolari: ci si sveglia al mattino, dopo una ricca colazione, si scende in spiaggia, dove è possibile fare una breve siesta ma solamente fino alle 17, perchè non si possono perdere i famosi aperitivi in spiaggia accompagnati da musica “house” (conosciutissima per questo la spiaggia di Bora Bora a Playa d’en Bossa o il Cafè sur Mar a San Antonio); si prosegue poi con cena e doccia rigenerante in hotel (per chi non ha la cena compresa c’è una ricca scelta di localini con aperitivi/cena ad Ibiza Porto dove la vita inizia verso le 21/21.30), in attesa della noche magica…bora bora.jpg

ibinot.jpgIn molti decidono di dormire appena un paio d’ore per passare la notte nelle discoteche più famose del mondo come il Pacha, El Divino, lo Space, l’Amnesia o il Privilege, tutte con musica rigorosamente house almeno fino alle 8,00 del mattino! Oltre alle attrattive notturne, Ibiza merita in sé un paio di giorni di visita: l’antica città di Ibiza, molto caratteristica ed ideale per concedersi un po’ di relax con una passeggiata pomeridiana tra le vecchie mura e la Rocca, e le varie calette famose anche per il naturismo!

Consigliato è il noleggio di un’auto (se siete in più di 2 persone!!). Qui gli scooter, comunque, sono comodi anche se l’isola è lunga circa 40 km e ha pochissimi distributori, perciò volendo visitare le meravigliose spiagge a nord o il mercatino hippy di Es Canar (mercoledì/sabato mattina) consiglio pur sempre l’auto, per non rimanere senza carburante! Ricordo solo una cosa del mercatino hippy…un gran odore di cannabis!!

for.jpgUn’escursione da non perdere è quella all’isola di Formentera. Anche qui un piccolo consiglio: organizzatevi da soli, acquistate i biglietti del catamarano direttamente al porto e noleggiate uno scooter all’arrivo! Formentera merita almeno una giornata di visita per godersi alcune delle spiagge più belle del mediterraneo. L’isola si visita tutta comodamente in poche ore visto che la sua estensione è di soli 18 km! Se si decide di arrivare con lo scooter fino al faro, nella parte più alta dell’isola, state attenti al rientro, che nei tornanti e facile scivolare e farsi male…Come è successo ad una mia amica che fortunatamente non si è fatta niente di grave!!

Un ultimo utilissimo consiglio! Lo spagnolo per noi italiani sembra tanto facile, crediamo di dover solo aggiungere una “s” alla fine di ogni parola ma lasciatevelo dire…Non è proprio così! Ricorderò per sempre che “tienda” in spagnolo non significa “tenda” bensì “negozio”!! A questo punto, se doveste scegliere anche voi Ibiza, non resta che augurarvi buon viaggio e buon divertimento!

HOLA CHICOS!!!

Barbara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *