Voli e definizioni: linea, charter, non stop e diretto

imageIl post si rivolge non tanto al passeggero inconsapevole che all’atto dell’imbarco non distingue tra le diverse caratteristiche del volo sul quale salirà, quanto al lettore sempre alla ricerca di informazioni utili in materia di aviazione e più nello specifico rispetto ai voli cosiddetti “commerciali”.

Esistono appunto “tipologie” di volo classificabili, tra le altre, in voli non stop, voli diretti, voli di linea e voli charter. L’ultima è certamente la definizione meglio conosciuta, “risuona” spesso nelle agenzie di viaggio ed è parte integrante dei cosiddetti dei pacchetti di viaggio.

I voli di linea sono servizi di trasporto aereo o merci effettuati in base ad un orario pubblicato con caratteristiche di regolarità e frequenza tali da costituire un evidente serie sistematica di voli. Sviluppatisi inizialmente soprattutto negli Stati Uniti quale evoluzione dei voli per il trasporto della posta, hanno poi conosciuto un rapido e importante sviluppo nel secondo dopoguerra. Inizialmente si svolsero utilizzando dirigibili ed idrovolanti.
Un volo charter, al contrario, è un servizio di trasporto aereo, merci o passeggeri, non soggetto ad una programmazione sistematica di orari. In questo caso viene stipulato un contratto di noleggio (di qui il termine charter) tra due o più contraenti per sfruttare al massimo la capacità del velivolo.
Un volo è definito charter solo se il numero di posti è superiore a 12, altrimenti si parla di servizio aerotaxi.
Proprio tra voli di linea e voli charter sta la principale differenza ed è una delle nozioni basilari per gli addetti al lavoro di front office nelle agenzie di viaggio.

Si definisce volo non stop, invece, un qualunque volo nel quale non viene effettuata nessuna fermata intermedia e viene spesso erroneamente confuso con un volo diretto, che può al contrario ammettere una sosta tecnica. Famosa è la autoproclamazione della compagnia aerea orientale Thai Airways la quale dichiara che i propri voli non-stop da New York e Los Angeles per il sudest asiatico sono i più veloci!

Per i più curiosi, da Wikipedia sono facilmente reperibili altre informazioni storiche, sempre affascinanti riguardanti i primi voli commerciali… I primi voli di linea per passeggeri furono effettuati nel 1910 – 1913: Parigi-Londra, Berlino-Lipsia-Weimar e la targa posta alla radice del molo Audace a Trieste (foto) testimonia uno dei primi voli di linea italiani effettuati nel 1911-12: Brindisi-Istanbul, Trieste-Venezia-Pavia-Torino (idrovolanti), Venezia-Vienna-Trieste-Zara, Genova-Roma-Napoli-Palermo. Il primo volo transcontinentale per passeggeri avvenne nel 1959: tratta Londra-New York…

 

GM

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *