Sardegna: al via il "Bonus sardo vacanza"

La stagione estiva è ai nastri di partenza ed è tempo di promozione turistica. Presenza mediatica, concerti, manifestazioni, rassegne, fiere, sagre ogni iniziativa rientra nell'ampio contenitore del marketing. La sfida per accaparrarsi il maggior numero di visitatori-turisti è ufficialmente aperta ed ogni regione gioca le sue carte.

La Sardegna, certamente già ben posizionata in ordine ai requisiti di attrazione turistica, coglie l'occasione per promuovere l'iniziativa denominata “Bonus sardo vacanza” la cui descrizione riportiamo direttamente dal sito della Regione sarda in un'intervista rilasciata da Luigi Cresponi, assessore al turismo della regione sarda:

 

Luigi Cresponi, assessore al Turismo della Regione Sardegna

“Si tratta del riconoscimento di una sorta di rimborso delle spese di viaggio ai cittadini dell'Unione Europea che usufruiranno del trasporto navale per visitare la Sardegna. Il rimborso andrà da un minimo di 60 a un massimo di 90 euro, e potrà essere fruito da passeggeri, minimo due persone e massimo tre, che soggiornino almeno tre notti nell'Isola.”

Viene anche precisato che la regione ha deciso di destinare 2 milioni di euro al progetto e che le risorse saranno messe a disposizione dall’assessorato regionale del Turismo e dall’agenzia Sardegna Promozione, che parteciperanno ciascuna per un milione di euro. Sono infine sottolineate dalla Regione le modalità di richiesta e fruizione della promozione (valida per richieste inoltrate entro il 03/07):

“Saranno coinvolte, per agevolare la contribuzione anche sotto il profilo burocratico/amministrativo, le associazioni di categoria delle imprese maggiormente rappresentative del settore turistico e le associazioni dei consumatori. Ad esse sarà affidato, nei punti di imbarco (cioè i porti di Cagliari, Olbia, Golfo Aranci, Porto Torres e Arbatax), il servizio consistente in un desk con operatori, dedicato alla ricezione dei visitatori in ripartenza. Questi, per poter usufruire del bonus, dovranno presentare il biglietto di viaggio in originale, la ricevuta, sempre in originale, della struttura ricettiva dove hanno soggiornato che attesti il numero delle persone che posso accedere al bonus (minimo 2 e massimo 3) e del minimo delle 3 notti trascorse.”

La situazione internazionale involontariamente quest'anno “agevolerà” anche la destinazione Italia che già nelle agenzie registra un forte interesse; le polemiche dei giorni scorsi legate all'indagine dell'Antitrust svolta ai danni delle compagnie di navigazione da e verso la Sardegna sul caro prezzi, ingiustificato secondo il Garante, hanno senza dubbio stimolato la Regione ad una pronta contromossa.

Giacomo Morandi

Siti utili: Regione Sardegna