Colazione continentale, al buffet o all'inglese?

Quante volte prenotando un servizio alberghiero siete rimasti dubbiosi di fronte al tipo di colazione prevista dell’hotel e all’entità della stessa. Colazione americana, colazione continentale, colazione all’inglese, colazione al buffet: servirebbe un… dizionario turistico per chiarire al meglio cosa effettivamente s’intende con tali definizioni.

Cerchiamo con questo post di fare chiarezza fermo restando che evidentemente l’industria alberghiera ha necessità di definire i singoli trattamenti in base alle differenze del prodotto offerto. Ad ogni ora il suo servizio verrebbe da dire… In effetti, la prima differenza che occorre segnalare è fra “piccola colazione” o “prima colazione” e “seconda colazione”: con i primi due termini si intende in assoluto il primo pasto del mattino mentre con seconda colazione ci si riferisce al pasto di mezzogiorno.

Premesso che le abitudini alimentari variano da regione a regione e da una nazione all’altra ecco quanto:

PRIMA COLAZIONE CONTINENTALE: bevande calde, ampiamente in uso in buona parte dell’Europa continentale, quali caffè (solubile o americano), caffellatte, caffè d’orzo, cioccolata, cappuccino, latte, the e poi pane, cornetti, fette biscottate, burro, marmellata e miele, zucchero a cubetti o in bustine. Altre portate, se previste, vengono conteggiate a parte.

PRIMA COLAZIONE ALL’INGLESE O ALL’AMERICANA: si tratta delle stesse portate della colazione continentale con l’aggiunta di alcuni alimenti tipici della colazione inglese e americana quali pane (per diabetici, per ipertesi, integrale o crackers), uova (alla coque, sode, al piatto con bacon, strapazzate, affogate, al tegame), cereali (corn flakes,coco pops, rice crispies, muesli, all brane, porridge), latticini (yogurt, ricotta, formaggi, kèfir), succhi di frutta, affettati, frutta (fresca o sciroppata), carne, pesce.

PRIMA COLAZIONE AL BUFFET: questo tipo di servizio si differenzia unicamente per il modo in cui viene servita e consumata la colazione, al buffet appunto. Vivande e bevande sono disposte su un tavolo, che viene completato alla bisogna dal personale e da cui i clienti si servono. Il personale si occupa inoltre del servizio di bevande e piatti caldi (sugli scaldavivande o a bagnomaria).

GM

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *