Home » Viaggiare informati

Carta d’identità valida per l’espatrio…con timbro di rinnovo!

6 aprile 2011 62.927 visualizzazioni 11 commenti

Ho la carta d’identità valida per l’espatrio rinnovata con timbro, posso utilizzarla come documento per l’espatrio? Nei motori di ricerca della rete e, come ovvio, nelle agenzie di viaggio la domanda viene reiterata e non sempre trova pronta risposta da parte degli addetti ai lavori (tantomeno dai naviganti!), soprattutto da quando molti turisti, al rientro dalle proprie vacanze, hanno segnalato e generato un passaparola circa le difficoltà incontrate nelle destinazioni visitate rispetto al riconoscimento del documento come valido per l’ingresso. Il Ministero, sollecitato a far chiarezza anche dagli stessi addetti ai lavori, ha provveduto da alcuni mesi ad emanare il seguente avviso tramite il sito “Viaggiare Sicuri“: 

AVVISO per i viaggiatori muniti di carta d’identità valida per l’espatrio rinnovata, diretti all’estero:

Si segnala che a fronte dei ripetuti disagi verificatisi a nostri connazionali, determinati dal mancato riconoscimento da parte di alcuni Paesi delle carte di identità valide per l’espatrio prorogate (cartacee rinnovate con il timbro o carte elettroniche rinnovate con il certificato), il Ministero dell’Interno ha emanato la Circolare n. 23 del 28.7.2010, con la quale ha comunicato che i possessori di carte di identità rinnovate o da rinnovare possono richiedere al proprio Comune di sostituirle con nuove carte d’identità, la cui validità decennale decorrerà dalla data del nuovo documento. E’ buona regola in ogni caso, prima di recarsi in Paesi esteri, informarsi presso le Rappresentanze diplomatico-consolari presenti in Italia o il proprio agente di viaggio sui documenti richiesti per l’ingresso. Ad ogni buon fine, si consiglia ai viaggiatori diretti verso le varie destinazioni estere di munirsi comunque di passaporto (la cui validità residua sia quella richiesta dal Paese di destinazione).

Resta di forte attualità, non deve sorprendere, il tam tam nel web con segnalazioni di ogni genere e commenti che oscillano tra il “pacifismo” e il “terrorismo” mediatico. Contribuiamo dunque a fare chiarezza e prendiamo atto che, anche se in comprensibile ritardo rispetto al ripetuto verificarsi dei disagi, il Ministero ha fatto la sua parte.

Giacomo Morandi

11 Comments »

  • fabiana said:

    Salve nel mese di agosto mi devo recare in spagna più precisamente ad Ibiza io ed il mio compagno abbiamo la carta di identità rinnovata con il timbro, posso partire tranquilla o dovrò rifare la carta identita?
    Grazie Fabiana

  • Fausto said:

    Io a fine luglio vado in Portogallo ed ho scritto all’Ufficio Consolato a Roma. Incollo qui sotto l’email:

    “La Sezione Consolare dell’Ambasciata del Portogallo a Roma ha il
    piacere di informare che, per entrare in Portogallo, per un cittadino
    italiano sono sufficienti o la carta di identitá (valida per
    l’espatrio, indipendentemente dalle modalitá di rinnovo) rilasciata
    dal Comune italiano competente, o il passaporto, in corso di validitá.
    Distinti saluti

    Secção Consular em Roma
    Via della Camilluccia, 701 – 00135 Roma
    (00.39) 06.84480200

    Citando “fausto.marinsalta@inwind.it” :

    > Buongiorno, vorrei sapere se la mia carta d’identità è regolare con
    > il rinnovo per altri 5 anni come da allegato oppure la debbo
    > rifare.Ringrazio anticipatamente

    Pertanto la carta d’identità rinnovata con timbro va bene per il Portogallo!!!!!!!!!
    Lasciate perdere le paranoie in giro che ci sono!!!!

  • ROBERTO said:

    NEMMENO FOSSIMO TERZO MONDO!!! dai non è possibile creare un disagio del genere Ci inventiamo i timbri, poi questi non vengono riconosciuti all’estero… ci si trova con una CI valida in Italia ma non fuori dall’italia… ma nemmeno fossimo terzo mondo!!!! a questo punto trovo giusto anche citare il fatto che per avere un passaporto valido per l’espatrio uno si deve pagare ogni anno una marca da bollo 40,29 euro.

  • Mario said:

    Roberto hai ragione. E’ una vergogna! Siamo una delle poche nazioni in cui le leggi vengono emesse e nessuno le fa rispettare. Le leggi vengono emesse senza curarsi neppure delle conseguenze, abbiamo una burocrazia tale che i ministeri non si parlano tra loro e quindi neppure verificano l’applicabilita’ delle leggi emesse ai fini di non creare disservizi ai cittadini.

  • Federico said:

    infatti non siamo il terzo mondo ….. siamo il quarto!!!!

    aggiungo anche che se uno rinnova la patente di guida deve aspettare circa 3 mesi per usarla all’estero finchè non arriva l’adesivo da appiccicare (e dico adesivo….. nel 2012 dobbiamo ancora attendere un adesivo per posta….) ma in italia si può guidare col foglio della visita medica….

  • maria said:

    salve io dovrei recarmi ad amsterdam qualcuno sa dirmi se la carta di identità rinnovata col timbro è valida???grazieeee

  • Fausto said:

    Per Roberto e Mario: chi ha avuto problemi (esclusivamente in paesi europei fuori comunità europea) è solamente persone che hanno fatto il turismo fai date. Se uno avesse prenotato o sarebbe andato da un’agenzia, questa gli avrebbe detto dove la carta d’identità con il prolungamento del rinnovo non fosse accettata. Il problema non è l’Italia ma gli altri paesi.

  • Paolo said:

    Ma vi sembra che la nota ministeriale faccia chiarezza?? È così vi sembra che il ministero abbia fatto la su parte?? Ma stiamo scherzando??? Dice di andare a chiedere alle rappresentanze consolari o al proprio agente di viaggio? È questi a chi vanno a chiedere al Mago Zurlì?? Ma si può rispondere ad una domanda consigliando di andare a chiedere altrove? Ma da che mondo vengono questi? Concordo con Roberto, nemmeno nel terzo mondo agiscono così, oramai siamo nel 4º mondo, che paese!!

  • Giuseppe Chimento said:

    Mi piacerebbe conoscere nome e cognome del funzionario ministeriale – sicuramente di grado elevato o elevatissimo – che ha apposto la propria firma in calce al “CHIARIMENTO” ministeriale, che, tradotto in lingua italiana dice molto semplicemente: vedetevela voi!

  • Carlo Greguoldo said:

    Mi domando se siamo un paese facente parte dell’UE: abbiamo una tesserino sanitario riconosciuto all’estero e per andare in un paese della Comunità bisogna avere la C.d I. valida per l’espatrio, non basta il timbro del rinnovo in caso di documento scaduto e nel caso di C.d I. elettronica ci vuole un foglio che certifichi la validità del tesserino stesso. Ma stiamo andando avanti o torniamo indietro? Meno male che viviamo nell’era dei computer…

  • diana said:

    Salve mi chiamo diana sono straniera ma è sono una cittadina italiana ho 21 anni posso viaggiare a Parigi e dopo a Spagna in macchina ho la carta d identità non valida per l espatrio ho letto che anche se sono maggiorenne non è necessario rinnovarla e che posso viaggiare essendo maggiorenne

Lascia un commento!

Scrivi il tuo commento qui sotto, o inviaci un trackback dal tuo sito. Puoi anche restare aggiornato sui commenti subscribe to these comments via RSS.