BTO 2011 – Firenze

Va in scena tra oggi e domani, alla Stazione Leopolda di Firenze, BTO – Buy Tourism Online – innovativa fiera del turismo il cui fine è quello di approfondire, alla presenza di operatori di tutto il mondo, il futuro dei viaggi e il suo ormai imprescindibile rapporto con la rete e le nuove tecnologie.

Da Google a Tripadvisor, da Aruba a Trivago, passando attraverso i social network e le realtà emergenti del settore quali, tra le altre, Parity rate e Booking Expert: davvero di spicco gli operatori e le personalità del mondo tech-tourism presenti al BTO 2011. La manifestazione, che è riuscita in soli quattro anni nell’intento di divenire un punto di osservazione privilegiato sui nuovi trend e sulle strategie indispensabili allo sviluppo del mercato, ospita quest’anno tra gli speakers una serie di personalità di spicco del mondo accademico ed economico. Nel programma sono previsti una serie di seminari, presentazioni, tavole rotonde da seguire sia nella Main Hall che nelle 5 sale Focus (ma anche su Twitter e altre piattaforme on line) per una due giorni decisamente fitta di appuntamenti.

La manifestazione è strutturata attraverso la presentazione di 11 topics, o “temi caldi”; gli argomenti che saranno sviscerati sono Apps&mobile (come le applicazioni sviluppate per il mobile stanno modificando la preparazione e l’esperienza del viaggio) Big Players (le grandi aziende che utilizzano il web come principale piattaforma del loro business) , B(R)IC (effetti dello svluppo dei colossi Brasile, Russia, India e Cina sul mondo del turismo on line), Distribuzione (le nuove proposte delle OnLineTravelAgency), Marketing territoriale (quali pratiche mettono in campo i governi per il marketing del loro territorio?), Innovazione (le più promettenti start up), Mice (le prospettive del congressuale), Reputazione e rilevanza (sempre più approfonditi e interessanti studi sulla cosiddetta reputazione on line), Social commerce (interazione tra social network e commercio elettronico), Travel web marketing (come farsi trovare sul web) e Turismo sostenibile (il delicato equlibrio tra sviluppo e sostenibilità)

 

Federico Baldarelli

Il sito di BTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *