Paesaggio Zer0: trekking, natura e letteratura

E’ giunta alla seconda edizione “Paesaggio zerO“, la Biennale dell’Osservatorio del paesaggio dei parchi del Po e della collina torinese, nata e organizzata dall’Ente Parco, diretto da Ippolito Ostellino, che ha sede a Moncalieri, presso Cascina Le Vallere.
Il programma è costituito da un seminario, una mostra scientifica, un trekking letterario e un laboratorio di narrazione per le scuole, in collaborazione con la Scuola Holden e una performance di danza afro contemporanea con la compagnia Sowilo.

Il tema della biodiversità, dell’ambiente e della ricerca di forme di turismo sostenibile a tutela del paesaggio, ci da lo spunto per riflettere sulle proposte di viaggio ecologiche pensate da Paesaggio Zer0.
Si tratta di un calendario di appuntamenti per conoscere gli habitat fluviali, preziosi ecosistemi a cui non sempre viene riconosciuta la dovuta attenzione.
 
Nello specifico tre mesi di incontri, laboratori, performance e mostre aperti a tutti, che daranno la possibilità di sperimentare la natura in prima persona e con linguaggi diversi: passeggiate, scrittura creativa, fotografia, danza.
L’evento clou della manifestazione sarà il trekking letterario: tre giorni, dal 16 al 18 aprile, di camminate e scrittura all’interno del Parco Fluviale del Po.
Un cammino creativo che unisce l’esplorazione fisica del paesaggio alla percezione emotiva della natura. L’obiettivo è riuscire a tradurre in parole ciò che si prova ascoltando un filo d’erba o guardando una libellula. A guidare i partecipanti saranno Matteo Fresi, docente di narrazione della Scuola Holden – fondata da Alessandro Baricco – e Dario Vernassa, guida del parco.

Ma il trekking non è solo meditazione tra le frasche, è anche merende al sacco, pranzi e cene in agriturismo, letture e avvistamento di animali. Il trekking è aperto a tutti coloro che vogliono sperimentare un’esperienza unica da vivere attraverso la scrittura e il paesaggio.

L’itinerario, che coinvolgerà un gruppo di 12 persone, prevede 3 giorni di trekking all’interno del Parco Fluviale del Po, nelle zone del Chivassese, della confluenza della Dora Baltea nel Po e della Riserva Naturale Speciale del Baraccone.
Il programma prevede momenti di cammino alternati a situazioni di laboratorio – lettura e scrittura e momenti di sosta. L’obiettivo di questo trekking letterario è trasformare un’esperienza di immersione nella natura in pagine attraverso lo stimolo dei diversi sensi, l’attenzione ai particolari, il confronto con i compagni di viaggio. E così, attraverso il camminare, mediante l’esercizio di percezione e di scrittura, ci si confronta con l’esplorazione fisica e linguistica di un paesaggio. Il percorso si articola in diverse tappe. La sera si cena e pernotta nelle strutture ricettive della zona.

Ricco è anche il programma di “Walkscapes“, Passeggiate lungo il fiume e dintorni”, che prosegue fino a novembre. Il primo appuntamento è previsto per il 26 marzo con la camminata in notturna alla scoperta della flora e della fauna, anfibi compresi, nell’Oasi del Po Morto di Carignano. Il 9 maggio sarà invece la volta del tratto di fiume che attraversa la città per conoscere la natura di Torino, anche grazie ad escursioni notturne o in bicicletta.

 

Federico Baldarelli

 

Il sito di Paesaggio Zer0 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *