07/2009 Riccione – Aquafan

Una buona pagella può benissimo rappresentare l’occasione giusta per regalare ad un bambino (e agli adulti che lo accompagnano!) un giorno di puro divertimento tra scivoli, onde e spiagge favoleggianti… Tra “kamikaze” e “River run”, “Slot twist” ed “Extreme river” fino allo “Speedriul” c’é di che divertirsi, in una parola sola: AQUAFAN.

La giornata nel parco acquatico era stata promessa da tempo, proprio di fronte agli ottimi risultati scolastici ottenuti, lo zio (chi scrive) aveva deciso di fissare per oggi 16/07 il grande giorno!!!

Girando voce non è stato difficile ottenere proseliti ed il minigruppo è poi risultato degno delle più rosee aspettative secondo la regola “più si è, più ci si diverte”…
L’apertura del parco è prevista per le ore 10.00 (chiusura ore 18.00) ma 4-5 ore bagni, tuffi e scivolate al sole cocente di luglio risulteranno più che sufficienti per considerarsi soddisfatti.

Una delle attrattive più sorprendenti è sicuramente il già citato “Extreme river” , una sorta di imbuto parabolico nel quale si viene gettati letteralmente a picco a bordo di una ciambella biposto…

Fantastico! Anche nel più temerario dei partecipanti scorre adrenalina a fiumi! Per i più piccoli, al seguito oltre mia figlia Nina vi erano diversi “piccoli” amici, non mancano le possibilità di divertimento come la “Piscina dell’elefante” e “Antarctic Baby beach” sono piccole piscine con scivoli corti e presenza di acqua nell’oridne dei 50cm: ho contato per mia figlia non meno di 100 scivolate!!! Poi ancora “Poseidon” e “Cartoon Network beach – Arca beach”, dove i più piccoli possono scatenarsi a dovere facilmente monitorabili dai propri genitori.

Insomma di tutto di più: dalla giornata in piscina in totale relax alla più frenetica ma indimenticabile attività di tutoring dei più piccoli, fino all’irresistibile scatenarsi della piena attività di sfruttamento di ogni area del parco. Risultato: tutti felici pronti a bissare…

Giacomo, Chiara, Nina, Lorenzo, Chiara, Walter, Alessandra, Davide, Alessandro, Gabriele e Alberto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *