Chi fa da sé…le Repubbliche Baltiche

riga.jpgVi portiamo oggi, con il nostro “Chi fa da sé”, a Riga, Tallinn e Vilnius: le tre incantevoli perle del Baltico, rispettivamente capitali di Lettonia, Estonia e Lituania. Certo…il periodo invernale potrebbe non essere il più indicato per scoprirle; non trascurate comunque che queste città e queste terre, (contraddistinte da vicende politiche tutto sommato “recenti” e che non possiamo approfondire qui) sono per tradizione, cultura e costumi da considerarsi vere e proprie “terre del nord”. Il fascino di viverle e apprezzarle immerse nel loro ambiente più naturale (la neve!) potrebbe quindi considerevolmente avere il suo peso nella pianificazione del viaggio. Se invece proprio non ve la sentite di affrontare il temibile e umido inverno baltico, prendete buono il nostro chi fa da sè per un’eventuale capatina primaverile, quando il tiepido sole avrà già sciolto la coltre nevosa e il clima più mite vi permetterà, senza problemi, di affrontare anche importanti tratti stradali.

DA DOVE PARTIRE?

Nella messa a punto dell’itinerario potremmo considerare come base di partenza Tallinn (voli Estonian air da Bergamo Orio al Serio e Milano Malpensa con quote, a gennaio, intorno ai 250 euro tasse incluse) o, perchè no, Riga, raggiungibile, sempre da Malpensa, con Air Baltic (consigliabile però più per i trasferimenti interni) ma soprattutto con British Airways dai principali aeroporti italiani (Milano, Roma, Bologna…) con scalo ovviamente a Londra, e con tariffe talvolta davvero economiche (es. 190 euro tasse incluse). In alcuni casi il volato di linea riesce ad essere ancora molto competitivo!

COME SPOSTARSI?

Se è inverno, le strade saranno verosimilmente ricoperte dal ghiaccio e allora si può pensare all’ipotesi di spostarsi da una città all’altra con i frequenti voli di collegamento Air Baltic. Siamo andati a curiosare on line un po’ di tariffe e possiamo affermare con decisione che la convenienza è assicurata; alcuni esempi potrebbero essere un Tallinn-Riga a 1075 EEK (corone estoni) equivalenti a circa 68 euro, e un Riga-Vilnius a 28,60 LVL (LAT lettone), circa 42 euro; quote sempre incluse di tasse.

Se preferite invece coprire in auto le distanze che separano le tre città (da Riga circa 360 Km. sia per Tallinn che per Vilnius), potrete come sempre ricorrere all’autonoleggio. A Jurmala (l’aeroporto di Riga 14 km a ovest dal centro città) un’utilitaria per una settimana vi costerà circa 340 euro.

Suggeriamo tre pernottamenti nella capitale lettone e altri due sia a Tallinn che a Vilnius. In tutti e tre i casi, troverete ottimi e centrali tre stelle comodamente in loco mettendo in preventivo una spesa di circa 40 euro a notte. In alternativa i più economici ostelli della gioventù vi permetteranno di risparmiare.

Riga, coi suoi 800.000 abitanti è la più grande delle tre capitali baltiche; la città è bellissima e conserva l’insieme più raffinato d’Europa di edifici Art Nouveau. Numerosi anche i monumenti in stile romanico, gotico, barocco e classico. Riga si pregia di essere la sola città in Europa che ospita cinque diverse religioni, con i rispettivi luoghi di culto. La Cattedrale Doma e la magnifica Chiesa di San Pietro sono luterane, la Cattedrale di San Giacomo è la residenza del Cardinale lettone della Chiesa Cattolica Romana e la bellissima Sinagoga nel centro storico di Riga è il solo luogo di culto ebraico sopravvissuto alle persecuzioni naziste della Seconda Guerra Mondiale. L’edificio a mattoni marroni la cui sagoma risalta agli occhi, (conosciuto come ‘La torta di Stalin’), e che oggi ospita l’Accademia delle Scienze di Riga, è un vero e proprio esempio di architettura sovietica, anche se oggi non ci sono più le tre stelle di plastica rossa ad intermittenza, simbolo dello stile sovietico.

A Tallinn potrete invece ammirare la città vecchia con la collina di Toompea e il suo castello e la parte bassa, scendendo lungo le mura, che vi accoglierà con la sua aria medievale e il Municipio più vecchio del Nord Europa. Tallinn è una città museo, il cui centro storico, ancora intatto, ci riporta al medioevo: strette viuzze, passaggi. cortili e improvvisi scorci panoramici rendono gradevolissima l’atmosfera di questa città animata, vivace e davvero ospitale.

Giungerete infine a Vilnius, ricca di laghi e di corsi d’acqua, vi incanterà con il suo profilo costellato dai pinnacoli delle 20 chiese ortodosse e 30 chiese cattoliche. Qui verrete presumibilmente “catturati” dal fascino della città vecchia, in prevalenza barocca e dall’incantevole panorama sulla città che vi godrete dalla vicina collina delle Tre Croci.

Tallin, Riga e Vilnius sono state dichiarate dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità. Potrete constatare, alla fine del vostro viaggio come ciò che le accomuna, oltre al valore dei tesori architettonici, è il loro profilo storico, socio-economico e culturale decisamente caratterizzato ed enormemente “distante” dal centralismo della grande madre sovietica che per tanto (troppo) tempo ha tenuto sotto la propria sgradita ala queste tre preziosissime perle.

Un po’ di cifre:

Voli: Da Milano per Tallinn circa 250 euro (Estonian air) – da Milano, Roma, Bologna (con British) per Riga circa 190 euro tasse incluse.

Noleggio auto: da Riga aeroporto una settimana (cat. ecomony) circa 340 euro.

Pernottamenti: circa 40 euro per persona a notte in hotel 3* centrale, pernottamento e prima colazione. Risparmio del 50% circa per pernottamenti più “spartani” in ostello, solo pernottamento.

 

Federico Baldarelli

Nella foto in alto: Riga

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *