Zurigo – Kloten

zur1.jpgL’aeroporto di Zurigo-Kloten, scalo nevralgico del traffico europeo ed intercontinentale, si conferma di anno in anno tra i primi del vecchio continente in relazione all’indice di gradimento riscontrato tra i passeggeri e ai dati di traffico registrati.

Nel 2007 i passeggeri sono stati circa 20 milioni, con una crescita percentuale del 7% rispetto all’anno precedente. Nei primi sei mesi del 2008, il principale scalo svizzero (davanti a quelli di Ginevra e Basilea) ha registrato un utile netto di 79,8 milioni di franchi e ben 10,6 milioni di passeggeri, con un ulteriore crescita del 9,3% sul primo semestre 2007. A contribuire all’incremento, e a conferma della centralità territoriale che rende Zurigo uno scalo geograficamente ideale per raggiungere gran parte dei paesi del centro e del nord Europa, sono stati principalmente i viaggiatori in transito, aumentati del 12%.

Unique, la società che gestisce l’aeroscalo, ha registrato inoltre nei primi sei mesi del 2008, un utile netto di 79,8 milioni di franchi, in aumento del 73,1% rispetto al corrispondente periodo del 2007 (fonte swissinfo.ch).

La crescita costante e rapida di questi numeri ha inevitabilmente innescato una discussione sulle potenzialità dell’aeroporto per i prossimi anni e i conseguenti problemi, già in passato riscontrati, relativi in particolare zur4.jpgall’inquinamento acustico troppo elevato.
Attualmente Zurigo-Kloten ha una capacità di 350.000 movimenti aerei annui ma un recente rapporto prevede che il numero di passeggeri raddoppierà entro il 2030 e il numero di movimenti dovrebbe passare dai 260.000 attuali a 450.000 l’anno. Un’iniziativa popolare di cittadini zurighesi ha chiesto di limitare i movimenti ad un massimo di 250’000 l’anno ma secondo uno studio, una simile limitazione rappresenterebbe una perdita economica di 7,5 miliardi di franchi all’orizzonte 2020.
Il parlamento svizzero ha respinto l’iniziativa, ma ha comunque adottato una serie di provvedimenti che dovrebbero limitare i movimenti a 320.000 l’anno.

OPERATIVITA’:

l’aeroporto funge ovviamente da hub primario della compagnia aerea Swiss, ma è anche base di Edelweiss Air (principale riferimento charter degli operatori turistici elvetici) e della Helvetic Airways, una low cost zur3.jpgche collega Zurigo al sud Italia (Brindisi, Lamezia, Catania e Palermo) e alla Macedonia (Skopje e Ohrid). Anche altri colossi del volato europeo (Lufthansa su tutti) sfruttano in pieno l’ubicazione strategica dell’aeroscalo per il transito verso destinazioni intercontinentali.
Il sito, a nostro modesto parere, non sembra all’altezza della fama e dell’importanza della struttura ma non possiamo comunque far altro che rimandarvi, se vorrete, al Timetable per consultare l’enorme quantità di operativi.

LOGISTICA E SERVIZI:

La parte principale dell’impianto sorge sul suolo del comune di Kloten (10 km. circa a nord di Zurigo), ma pensate che l’aera aeroportuale coinvolge altri quattro comuni!
L’aeroporto di Zurigo offre una rete capillare e ben organizzata di collegamenti con i mezzi pubblici, che permettono di raggiungere la maggior parte delle regioni della Svizzera in modo veloce, diretto e comodo.

Nei pressi del Terminal B c’è una stazione delle ferrovie federali elvetiche  che collega Kloten zur7.jpgcon il centro di Zurigo (circa 10 min) e con molte altre città in tutta la svizzera.

Il bus terminal è situato in prossimità del P2, uno dei tre parcheggi coperti dell’aeroporto. 13 linee vi conducono dall’aeroporto alle località più importanti dell’area Zurighese, nella Glattal, a Zurigo-Oerlikon e Winterthur.
Una rete di autobus collega inoltre l’aeroporto per le altre destinazioni, comprese le principali stazioni sciistiche.

Le societa di autonoleggio presenti a Kloten sono Alamo, Avis, Hertz, Budget, Europcar e Sixt.

oltre all’ottima offerta di servizi di ristorazione, di una vasta zona shopping, uffici cambio, uffici postali ed efficienti Fast Point Terminals informativi, si segnala l’ottimo livello di attenzione per viaggiatori disabili e la presenza di cabine telefoniche e servizi accessibili, rampe e ascensori, e soprattutto sportelli di assistenza speciale al terminal partenze per i viaggiatori con esigenze speciali.

Federico Baldarelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *