Tsarabanjina (Mitsio Islands), l’altro Madagascar

Della meravigliosa isola privata malgascia, appartenente all’Arcipelago di Mitsio, “rubiamo” l’ottima descrizione dal factsheet del Constance Lodge Tsarabanjina, unico resort presente sull’isola in programmazione per il mercato italiano con il tour operator Hotelplan:  

“è la tipica isola privata da scoprire in totale tranquillità, trasportati dalla pace solenne del mare e della natura circostante. Un meraviglioso mare calmo ricco di pesci e aragoste. Un luogo rinomato per le immersioni e ideale per la navigazione. Qui è possibile passeggiare serenamente, risalire la collina, e perdersi tra la sua lussureggiante vegetazione. E durante una passeggiata non raro sarà imbattersi in numerosi uccelli, tra i quali il famoso Pigliamosche del Madagascar (simbolo di Tsarabanjina) come anche in una coppia di aquile di mare. Un biologo ha addirittura scoperto proprio in questo paradiso, il più piccolo camaleonte del mondo: a mala pena supera il centimetro di lunghezza quando raggiunge il suo massimo sviluppo.

Situata nella parte nord-occidentale del Madagascar, a circa 40 miglia dal porto di Nosy Bé, Tsarabanjina è uno degli atolli paradisiaci dell’arcipelago delle isole Mitsio. L’isola montagnosa, con i suoi meravigliosi uccelli e la vegetazione rigogliosa, è bordata da abbaglianti spiagge di sabbia bianchissima, incorniciata dalla barriera corallina e gode di sole tutto l’anno. Tsarabanjina è un isolotto sacro. Sulla piccola penisola della spiaggia più orientale dell’isola si trova la tomba del re delle isole Mitsio, Sakalava. Ancora oggi la popolazione locale venera questo luogo portando doni (denaro, miele, rum…).
Les Quatres Frères (l’atollo dei quattro fratelli), di fronte a Tsarabanjina, sulla costa nord-occidentale, sono i famosi isolotti dove numerosissimi uccelli (sula bassana, uccelli tropicali codabianca, uccelli fregata…) costruiscono il loro nido. Tutti, ad eccezione di uno, sono inoltre rinomati per la possibilità di effettuare immersioni mozzafiato. La leggenda narra che gli dei mandarono in questo luogo cinque fratelli. Uno di loro si arrabbiò con tre dei suoi fratelli e decise di lasciarli. Il quarto, che era molto legato al quinto fratello, rimase con il cuore infranto. È per questo motivo che gli uccelli non fanno il loro nido soltanto lì e il fondale marino appare così desolato. Per quanto riguarda il quinto fratello, invece, si trova ancora oggi nei pressi della baia Russa, al largo di Nosy Bé. Viene chiamato “Pain de Sucre” (Pane di Zucchero).”

Forse sconosciuta ai nostri lettori, di certo meno familiare rispetto alla più “turistica” Nosy Be, dove si trovano la maggior parte dei resorts che collaborano con tour operators italiani, Tsarabanjina sorprende proprio per l’impatto naturale (nel senso di non turistico) che offre ai suoi visitaroti. Hotelplan, come detto, ha l’esclusiva per l’Italia come Tclub Resort all’interno del Constance Lodge sopra menzionato.

Giacomo Morandi

Link utili: Madagascar, ConstanceLodge, HotelPlan

Un pensiero riguardo “Tsarabanjina (Mitsio Islands), l’altro Madagascar

  • 23 Aprile 2011 in 16:36
    Permalink

    Qualunque descrizione di questo paradiso è inutile, per capirla bisogna andarci e godere tutto quello che offre: una natura meravigliosa, un mare splendido, una pace assoluta, uno staff che ti coccola.
    Tornati da meno di un mese stiamo già pensando come e quandoo poter tornare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *