Darwin airline

«Non è la specie più forte a sopravvivere, né la più intelligente, ma quella più pronta al cambiamento» teorizzava Charles Darwin nel XIX secolo – una teoria che nel 2003 ha ispirato il nome stesso di Darwin Airline e che oggi ben identifica il suo dinamismo e la volontà di adattarsi alle esigenze dei passeggeri.

Cita Darwin, e non potrebbe essere altrimenti, la pagina “compagnia” del sito di una giovane realtà del panorama low cost (2003). Cinque velivoli SAAB 2000 bi-turboelica compongono la piccola flotta della svizzera Darwin airline, interessante proposta anche e non solo per il mercato italiano. Stante il fortissimo ritardo della ottimizzazione e del potenziamento delle rotte nord-sud e sud-sud Italia, questa compagnia si propone di occupare proprio quegli spazi aerei (slot) lasciati più o meno volontariamente “liberi” dalle più quotate e storiche compagnie nazionali.

Saab 2000 bi-turboelica
Saab 2000 bi-turboelica

 

Se da un lato è vero che la maggior parte delle destinazioni servite prevedono partenze da Lugano e Ginevra, interessanti sono i “nuovi” collegamenti Milano-Foggia, Torino-Foggia e Palermo-Foggia. Non foss’altro che per capacità (spera la compagnia) di attrarre quel pubblico alla ricerca di vie più rapide per salire e scendere lo stivale.

 

Lago di Como
Lago di Como

Le tariffe? Andata e ritorno Milano-Foggia dal 05 al 10 novembre 120 euro circa tasse e bagaglio (20kg in stiva) inclusi.
Ovviamente tali quotazioni base oscillano, e salgono, piuttosto velocemente da 19 a 29/79/99 e 119 euro tasse escluse. Vale come sempre una buona programmazione anticipata qualora possibile. Pubblicizzato da sito il Lago di Como (evviva il marketing!). La scommessa della compagnia del resto sta tutta nel competere su tratte definite “poco remunerative”, per sopravvivere appunto…

Giacomo Morandi

Link compagnia: Darwin airline

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *