Napoli

napoli.jpgL’origine delle cosiddette prove d’aviazione risale al 1910 quando alcuni temerari amanti del volo militare danno vita alle prime esibizioni di velivoli nella zona che allora era semplicemente denominata “Campo di Marte”. Gia’ dalla prima guerra l’aeroporto acquisisce la sua ufficialità e assume la denominazione di aeroporto militare “Ten.Ugo Niutta”. Con l’avvento degli anni ’50 e alle soglie della grande ripresa economica anche l’aeroporto di Napoli si aprirà al traffico commerciale anche se il vero e proprio boom si registra negli anni ’80 con la costituzione della società Gesac (Gestione Servizi Aeroporto Capodichino) fra comune, provincia di Napoli e Alitalia che verrà in seguito acquisita dalla BAA, compagine azionaria interamente britannica leader nel mondo nella gestione totale delle operazioni aeroportuali e operante in 15 aeroporti internazionali tra cui i principali del Regno Unito (Heathrow, Gatwick, Stansted, Glasgow, Edimburgo, Aberdeen e Southampton), 4 negli U.S.A. (tra i quali Boston) e 2 in Australia (Melbourne e Laucestone). Curiosità: l’aeroporto di Napoli è stato il primo in Italia ad essere stato interamente privatizzato nel 1997 con l’acquisizione della Gesac da parte della BAA.

OPERATIVITA’

Alitalia e Meridiana garantiscono da Napoli collegamenti giornalieri con i più importanti scali del centro, nord Italia e Sardegna (Milano Malpensa e Linate, Roma Fiumicino, Torino, Venezia, Bologna, Cagliari, Olbia e Verona). E’ Alpi Eagles invece a gestire interamente il traffico aereo verso la Sicilia con ben quattro collegamenti giornalieri per Palermo. Per quel che riguarda il traffico europeo invece, da menzionare le principali compagnie di linea (British Airways, Lufhtansa, Air France e Austrian) con collegamenti per le rispettive capitali (London Gatwick, Berlino, Parigi e Vienna).

napoli 2.jpgTra gli altri operativi segnaliamo poi La Helvetic line (una low cost Svizzera) che opera il trasferimento da Napoli su Zurigo, la Air Nostrum (una “succursale” di Iberia) che garantisce collegamenti per Madrid e la Transavia su Amsterdam. Passando invece al traffico charter da segnalare numerosissimi collegamenti da parte della Eurofly, Livingston air e Tunis air con le località del bacino mediterraneo e del nord africa (Turchia Bodrum – Tunisia Monastir – Egitto Sharm el Sheikh e Marsa Alam).

Nota a parte merita il volo diretto della Eurofly che da Napoli decolla per New York tutti i martedi giovedì e sabato.napoli.jpg

CIFRE

L’Aeroporto Internazionale di Napoli è il primo aeroporto nel mezzogiorno per volume di passeggeri. Sono stati più di 4 milioni e 600mila i passeggeri registrati nel 2004 con una media giornaliera (tra decolli e atterraggi) di 156 movimenti. Di una certa rilevanza anche le infrastrutture con un totale di più di 1700 posti auto, 3 aree di ristoro, 6 uffici per l’autonoleggio e, soprattutto 29 aree per il check in e 14 gates per l’imbarco. Presenti come di consueto sul sito importanti riferimenti sull’operatività in tempo reale dei voli e menu’ di ricerca molto efficienti.

Oltre al classico ufficio informazioni con l’operatore, l’aeroporto di Napoli mette a disposizione dell’utente anche un call center automatico attivo 24 ore su 24 molto efficiente (personalmente testato!) per chi volesse ricevere informazioni sugli operativi volo, sull’assistenza bagagli, sulla biglietteria e anche sui principali eventi in aeroporto.

LOGISTICA

Numerosi collegamenti da e per le principali stazioni ferroviarie del capoluogo partenopeo (Centrale, Piazza Garibaldi, Mergellina e Campi Flegrei) sono effettuati dalla ANM (Associazione Napoletana Mobilità) precisamente dalla linea S3, e da comodi e frequenti servizi privati di trasporto navetta. Da segnalare infine i servizi bus da Capodichino verso Caserta, Sorrento e la costiera amalfitana, Benevento e Avellino e soprattutto verso Molo Beverello e Molo Mergellina per gli imbarchi per Capri, Ischia e la costiera amalfitana.

 

Federico

Il sito dell’aeroporto di Napoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *