Bangkok – Suvarnabhumi Airport Thailand

Inaugurato nel settembre 2006, in leggero ritardo (dopo 4 anni di costruzione) rispetto ai programmi del governo thailandese che prevedevano la sua apertura già dal giugno dello stesso anno, il Suvarnabhumi Airport Thailand di Bangkok è stato così “battezzato” (il nome Suvarnabhumi sta per “la terra dell’oro”) direttamente da sua maestà il re. 

La necessità di un aeroporto che fosse in linea con gli standard internazionali vista l’enorme crescita di traffico venutasi a creare negli ultmi 20 anni da, verso e attraverso la Thailandia, ha dato il via ad una rincorsa tra governo e privati fatta di interruzioni e riprese dovute prevalentemente al sempre vigente caos politico ed istituzionale. 

interno del Suvarnabhumi Airport Thailand
interno del Suvarnabhumi Airport Thailand

Se il nuovo aeroporto, come detto, nasce per soddisfare la richiesta di un crescente traffico internazionale, al “vecchio” aeroporto della capitale thailandese (Don Muang) sono stati relegati i soli voli domestici (peraltro non pochi).
La mappa dell’aeroporto meglio definisce l’area del nuovo scalo asiatico, segnalando visivamente i 4 piani e la suddivisione tra terminal domestico e terminal internazionale.

Presenti due piste d’atterraggio e due “taxiways”, tutte parallele, per collegare arrivi e partenze. Un’impressionante capacità operativa di ben 76 voli all’ora e circa 45 milioni di traffico passeggeri lo rendono uno degli scali più importanti dell’est asiatico. Raggiungere l’aeroporto è possibile da ben cinque vie d’accesso tra le quali la preferibile e via Bangkok-Chon Buri Motorway (Highway No. 7) .
Per chi preferisse altro mezzo, 11 city bus operano da e verso lo scalo ed il link al trasporto pubblico aeroportuale meglio distingue nel dettaglio le possibili soluzioni. Sito web migliorabile la cui visualizzazione è sviluppata in senso “esageratamente” verticale…

Giacomo Morandi

Link utili: Suvarnabhumi Airport Thailand

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *