Con Virgin si vola “Hi-Tech”

virgin1.jpgGiochi, chat e servizi “on demand” a bordo. Virgin inaugura l’era del volo ad alta tecnologia.

La Virgin Express, vettore aereo che opera oggi in Europa anche con il marchio della acquisita Brussels Airlines e che fa capo alla ben nota multinazionale del magnate Richard Branson, subito dopo aver ottenuto la licenza operativa per solcare i cieli statunitensi, è decollata (primo volo l’8 agosto scorso) con una tratta interna San Francisco-New York.

virgin4.jpgL’eccezionalità di questa nuova avventura della compagnia risiede però nei servizi offerti ai propri clienti: i viaggiatori con una spesa di 250 dollari (tasse escluse) potranno infatti volare da una costa all’altra degli Stati Uniti avendo a disposizione tutto quello che gli appassionati dell’entertainment tecnologico potrebbero desiderare.

virgin2.jpgOgni seggiolino avrà a disposizione un sofisticassimo schermo touch screen da 9 pollici per i film on demand e ci sarà la possibilità di fruire di una playlist attingendo a una library di tremila canzoni digitali. A bordo degli aerei di Virgin sarà possibile inoltre giocare ai videogame e comunicare con gli altri passeggeri utilizzando una rete di social network interna all’aereo.

virgin5.jpgL’iniziativa, sicuramente innovativa ma solo apparentemente “pioneristica” (già altre compagnie come la JetBlue Airways si erano approcciate a questo tipo di mercato), dovrebbe aprire le porte ad un futuro ormai molto prossimo, in cui le compagnie aeree, oltre a trasportare i propri clienti da un posto all’altro ad un prezzo accessibile iniziano sempre di più a pensare a come intrattenerli.

Vi terremo come sempre aggiornati.

Federico Baldarelli.

Fonte: “Corriere.it” del 07 agosto 2007.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *