Chi fa da sé…la Grecia

Con l’approssimarsi della bella stagione proponiamo, per il nostro “Chi fa da sé”, un itinerario attraverso la Grecia che, per certi versi, si può considerare come “meta estiva” per definizione.
Nel progettare un disegno di viaggio in Grecia non si può prescindere dal coniugare i due aspetti estremamente caratterizzanti di questa terra: l’inestimabile ricchezza storico-culturale e gli splendidi scenari naturali e marittimi.
Il periodo suggerito per la partenza è la seconda metà di maggio, quando il caldo già godibilissimo e l’assenza dei flussi turistici caotici della piena stagionalità, vi permetteranno di sfruttare appieno le potenzialità di questa esperienza.
Si vola, naturalmente verso Atene, da Milano Malpensa con EasyJet (120 euro a persona tasse e bagagli inclusi) con partenza, ad esempio, il 19 e rientro il 26 maggio.
Valide alternative, sempre da Milano, con Aegean Airlines (tariffe tutto incluso per lo stesso periodo intorno ai 200 euro). Da Roma, sempre la Aegean propone ad oggi, sempre per fine maggio, tariffe leggermente più basse rispetto a Malpensa che si attestano (combinando bene le date) sui 180 euro a pax. da non sottovalutare infine le nuove tariffe promozionali di Alitalia in collaborazione con Air One che si aggirano mediamente sui 230 euro ma prevedono una maggiore capillarità delle partenze con una tratta diretta da Napoli e la possibilità di partire da altri aeroporti con le “bretelle” via Roma, Milano e, appunto, Napoli.

da Atene, principale gruppo urbano dell’Attica moderna e caratterizzata da uno sviluppo edilizio molto intenso, si può noleggiare un’auto, magari direttamente all’ aeroporto Venizelios (con Europcar  -economy 4 porte una settimana- 197 euro prenotando on line inclusa assic. cdw con limitazione responsabilità danni) anche se va detto che districarsi tra il traffico caotico della città non è impresa da poco.
Si può optare allora per il ritiro auto in città dopo essersi presi il giusto tempo per visitare lo straordinario capoluogo dell’Attica.
Si può transitare poi per la regione del Pireo per ammirare le rovine e i poritccioli naturali prima di proseguire l’itinerario verso nord, in direzione di Delfi, ove si arriva attraverso una strada che permetterà di godere di splendidi scenari costituiti da montagne aspre e selvagge.
Prendetevi tutto il tempo necessario per contemplare questo sito, incastonato tra le montagne con panorami e strapiombi incredibili dove lo sguardo giunge fino al mare.
Nell’antichità, questa città veniva definita “il centro del mondo”; Delfi era inotre sede dell’oracolo di Apollo che i privati cittadini e le alte cariche dello stato venivano a consultare prima di prendere qualsiasi decisione.
Si punta poi verso Kalamabaka, punto di partenza per la visita delle Meteore, da qui parte la strada tortuosa che attraversa l’intera zona e permette di raggiungere i sei monasteri (risalenti al XIV sec.) visitabili.
L’aspetto di queste montagne e la “leggerezza” quasi mistica di queste costruzioni sospese in cima a pinnacoli di roccia liscia non possono lasciare indifferenti.

Per il pernottamento, Kalambaka, come del resto tutte le località del nostro itinerario, offre una scelta considerevole di hotel, b&b e camere con prezzi medi (cat turistiche) intorno ai 40 euro a notte; prezzo e qualità alberghiera da adattare a seconda delle  esigenze di ogni singolo viaggiatore (come sempre negli itinerari fai da te),

Per il proseguimento “balneare” non c’è che l’imbarazzo della scelta: Volos, capoluogo della prefettura della Magnesia (una delle quattro della regione Tessaglia), dista ad esempio poco più di 100 km. da Kalambaka e nei suoi dintorni si può godere di qualche spiaggia piacevole, come in particolare quella di Alikes. Oppure l’isola di Evia, la più grande isola della Grecia dopo Creta, con le spiagge dorate di Marmari, le numerose chiese bizantine e  il capoluogo Calcide, centro di grande interesse e collegato alla terraferma da un ponte mobile; l’isola si segnala anche per la notevole ricchezza di siti archeologici. 
Comunque da non perdere una “puntatina” verso l’arcipelago delle Sporadi: Alonissos, Skiathos, Skopelos e Skyros sono collegate tramite i ferries dai porti di Kimi e di Edipsos all’isola di Evia e alla Grecia continentale da Volos o da Aghios Konstantinos. Queste isole ricoperte di foreste frutteti e vigneti, vere e proprie oasi di tranquillità, sono ricchissime di meravigliose spiagge ma anche di ristoranti e locali particolarmente apprezzati dai nottambuli.

Federico Baldarelli

per qualche informazione in più:

www.greciaturismo.com
www.turismoingrecia.it

per i vostri pernottamenti:


www.gtahotels.com

www.delphi.com.gr/

Hotel Rex Kalambaka

Hotel Kanapitsa Mare Skiathos

 

nelle foto:

– L’Acropoli di Atene, il Teatro di Delfi, un Monastero nella zona delle Meteore, il porto di Volos e una spiaggia di Skiathos.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *