Atitur

ati.jpgParliamo oggi di Atitur, tour operator milanese recentemente entrato a far parte della Experience Travel Team, un consorzio riminese che associa altri tre operatori

con caratterisitche specifiche diversificate (Caldana – viaggi in bus, Firmatour – Croazia, Romagna e Europa “nice price” e Mediterraneo – Grecia e Oceano Indiano). Il carattere distintivo del tour operator è sicuramente rappresentato da una certa “elasticità” e varietà della propria programmazione. Il vantaggio dei voli di linea utilizzati sulle destinazioni proposte da Atitur (Portogallo, Marocco, Cipro e Germania) si basa infatti sulla maggior frequenza delle rotazioni aeree che non obbligano quindi il cliente al cosiddetto “blocco delle 7 o 14 notti” imposto dai voli charter.
I CATALOGHI:

– Portogallo:

Rappresenta forse il fiore all’occhiello dell’operatore in questione, considerando anche (almeno in riferimento al canale distributivo più classico tour operator – agenzia – cliente) la scarsa presenza sul mercato turistico della destinazione in oggetto. Molto variegata la proposta: dal volo + soggiorno a Lisbona o in Algarve (con voli di linea TAP su Faro) al Portogallo in libertà (fly and drive) fino ai tour in pullman con guida e accompagnatore. Presente anche una buona offerta su Madeira e una “chicca” rappresentata dal programma combinato di una settimana Madeira + Porto Santo. Altra destinazione piuttosto “introvabile” nelle programmazioni dei tour operator classici: l’arcipelago delle Azzorre con pacchetti volo (via Lisbona) + hotel sulle isole di Sao Miguel, Fatal e Terceira.

– Germania:

Ricchissima e davvero unica l’offerta di Atitur sul paese teutonico: volo + hotel a Berlino, Monaco, Francoforte ma anche Dresda e Norimberga; tour già programmati in treno o in auto (con pernottamenti fissati). C’è la possibilità inoltre, per chi voglia progettare liberamente un itinerario dall’Italia, di prenotare il solo hotel sull’intero territorio tedesco (Amburgo, Stoccarda, Brema, Baden Baden , Sassonia e bassa Sassonia, Baviera, Brema, Westfalia ecc.) e anche su particolari catene alberghiere (Minotel, Ringhotels, Relais du silence).

– Cipro:

In collaborazione con Mediterraneo (che come detto appartiene allo stesso consorzio turistico) Atitur presenta su questa programmazione specifica svariate possibilità di volo + soggiorno (a Larnaca, Limassol, Ayia Napa, Protaras, Pissouri e Phapos). Altre interessanti alternative su questa splendida e sottovalutata (almeno dai circuiti turistici più commerciali) perla del mediterraneo orientale, sono costituite da Cipro in libertà (Fly and drive) e Cipro in Pullman, per approfondire la storia e conoscere le bellezze paesaggistiche dell’isola di Afrodite.
Non è questa la sede opportuna per porre all’attenzione dei lettori riflessioni che naturalmente esulano dal nostro scopo; ci limitiamo quindi ad esprimere sinceramente la speranza che al più presto possa tornare innanzitutto la pace (e in un secondo momento il turismo) in Libano, altra (meravigliosa) destinazione presente su questo catalogo.

– Marocco:

Altro “classico” di Atitur, la programmazione sul Marocco che, servendosi del volato di linea Royal air Maroc, propone i circuiti classici (le città imperiali, il sud e le Kasbah, e il tour panoramico), i circuiti avventura (il deserto, dai villaggi dell Atlas a Marrakech, il sud e l’Oceano), il Marocco in libertà (immancabile questa soluzione), i soggiorni (a Marrakech, Rabat, Essaouira, Agadir), e svariate possbilità di combinare le varie città come sempre consegnando al cliente la più ampia libertà di programmazione, sia della durata dei soggiorni che nella scelta degli itinerari.

– Gran Bretagna e Irlanda:

Troviamo qui tour in pullman in Inghilterra, Scozia, Galles e Irlanda (occhio agli interessanti sconti che a volte fanno capolino anche nelle stagionalità più “difficili”); soggiorni a Londra, Edimburgo, Dublino oltre ai consueti fly and drive, sia completamente liberi (o al limite con la prima notte fissata dall’Italia) che con tutti i pernottamenti già prenotati in partenza.

Consigliato a chi non ama i periodi di vacanza “forzati” delle destinazioni charterizzate e a chi desideri – carta geografica, guida e penna in mano – programmare il proprio itinerario di viaggio senza dover sottostare ai circuiti turistici più classici.

Federico Baldarelli.

Il sito di Atitur

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *