Alba Tour

logo.jpgDifficile, soprattutto in altissima stagione, sottrarsi alla miriade di proposte di pacchetti turistici provenienti da un numero sempre più ampio di tour operators, tutti (o quasi) presenti anche in rete e pronti a darsi battaglia per soddisfare ed accaparrarsi l’enorme domanda proveniente dal turismo di massa attivo in questo periodo.

La nostra rubrica cerca, per quanto possibile, di “avvicinare” il lettore al mondo del tour operating segnalandone pregi e “mancanze” con l’intento di veicolarne al meglio la scelta finale.
Alba Tour è un tour operator romano, operativo da diversi anni nel settore turistico; la quantità di destinazioni trattate lo rende difficilmente collocabile rispetto alle classiche definizioni quali “operatore di nicchia” (troppo diverse tra loro le mete trattate per inserirlo in questa categoria) e “operatore generalista” (incompleta la gamma di prodotto per considerarlo tale).

Vero è che l’offerta turistica del t.o. è cresciuta nell’ultimo anno non solo dal punto di vista numerico, il Venezuela, per citare una delle nuove destinazioni da catalogo, allarga gli orizzonti dell’operatore consentendogli di scommettere di nuovo sul lungo raggio così come con Madagascar, Seychelles, Mauritius, Maldive e Kenya.
Per il corto-medio raggio l’offerta si concentra esclusivamente su Italia (Pantelleria), Spagna (Baleari, Maiorca), Turchia ed Egitto. Evitando di soffermarci sul prodotto “condiviso” con molti altri t.o. evidenziamo, invece, la villaggistica firmata Alba Club, di discreto livello, e concentrata particolarmente su quattro destinazioni:el-ala.jpg

Egitto, merita una citazione una delle pochissime valide strutture di El Alamein (Alba Club El Alamein) oltre ai “must” Marsa Alam-Sharm el Sheikh-El Quseir (Alba Club Helioland). 
Anche Mauritius-Costa Est (Alba Club Emeraude) rappresenta una valida alternativa con impronta italiana, Baleari-Maiorca con Alba Club Canyamel Park (ideale per famiglie) e Kenya-Malindi (Alba Club Stephanie Sea House) completano l’offerta turistica targata Alba Tour.

hel.jpgConcludendo, in attesa delle novità venezuelane, ci sembra opportuno segnalare l’ottimo rapporto qualità-prezzo anche, e soprattutto, sul prodotto con animazione italiana e miniclub (Egitto e Baleari).
Catalogo come sempre disponibile on line, interessante la sezione videogallery dove è possibile visitare in anteprima tutta l’offerta Alba Tour.

Giacomo Morandi

Link Utili: Alba Tour

2 pensieri riguardo “Alba Tour

  • 25 Agosto 2010 in 16:25
    Permalink

    Beh cosa dire: la scelta sbagliata è cominciata dal tour operator e poi dal villaggio. Assistenza – 0. All’arrivo all’aeroporto con Air Italy (unica nota positiva) ci accoglie Costanza e ci porta al villaggio comunicandoci che lei è la responsabile e che per qualsiasi problema dovevamo rivolgerci a lei. Bene i problemi sono cominciati subito, ma lei la “resposabile” ci diceva a tutti che lei non c’entrava nulla e che non poteva farci nulla. Ma allora che responsabile sei??? Cosa ci fai li’??? Alla fine si salvi chi puo’ ed ognuno di noi cercava di difendersi bene da ogni disservizio causato dal personale molto negligente certo non tutti. L’animazione era al quanto insufficiente, non per colpa degli animatori che facevano pure tanto, ma perchè erano troppo pochi e non avevano materiale disponibile per poter esercitare la loro professione. Cibo pessimo solo ed esclusivamente egiziano. Bevande sempre calde, addirittura il latte l’ho trovato alterato perchè tutto il pomeriggio stava al sole sul banco del bar della piscina (le temperature oscillavano tra i 40 e i 50 gradi). Quindi non venivano rispettate le norme igienico – saniterie. Gli snack pomeridiani consistevano negli avanzi del pranzo chiusi in recipienti in alluminio al caldo ed abbandonati.
    La ciliegina sulla torta è l’assegnazione del volo di ritorno per Roma con scalo a Milano!!! Assurdo il giro dell’Italia per arrivare a Roma. Arrivati all’aeroporto il volo viene cancellato (per fortuna) e ci trasferiscono all’Hilton. Qui siamo rinati per mezza giornata: abbiamo mangiato finalmente (ci sono 5 ristoranti) professionalità eccellente e villaggio 10 e lode. Mai + Sol Cyrene e Alba Tour

  • 13 Gennaio 2011 in 17:41
    Permalink

    Io ho prenotato per Bayahibe ed è stato un incubo! prima di tutto devo dire che abbiamo pagato moltissimo, circa 2600 euro a testa per una settimana (erano i primi giorni di gennaio) per poi scoprire che dopo una settimana i prezzi arrivavano a 900 euro a testa…direi che è assurdo. Ma non è questo il punto.
    L’aereo FATTISCENTE con il quale abbiamo viaggiato (sedili mezzi rotti, rivesti sedili strappati, schermi per i film non funzionanti, etc etc…) è atterrato a Punta Cana anzichè La Romana, ciò significa che ci hanno fatto atterrare a circa due re dall’hotel che avevamo prenotato, quindi dopo 10 ore di volo abbiamo dovuto fare 2 ore di pulman! Motivazione? non avevano più carburante! e a noi ci hanno fatto pagare l’adeguamento carburante prima di partire!
    Inoltre prima di partire per l’hotel per cui abbiamo pagato, una volta lì in aeroporto a La Romana ci hanno detto che io e mio marito più altre 6 coppie dovevamo dormire in un altro hotel a punta cana per la prima notte perchè l’hotel acquistato era in overbooking!!! quindi abbiamo preso un taxi a NOSTRE SPESE, abbiamo raggiunto l’hotel alternativo per la prima notte e il giorno seguente abbiamo fatto altre due ore di pulmino per raggiungere finalmente l’hotel tanto atteso dove, DOLCIS IN FUNDO, c’era un problema con l’acqua per cui non ci si poteva fare la doccia!!!
    Ditemi voi se è normale??? ditemi se dobbiamo continuare a subire cose di questo tipo da questi tour operator improvvisati!!
    Ci siamo affidati a salvaviaggio e ora siamo in attesa di ricevere il nostro rimborso per il risarcimento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *